Ultima modifica: 25 Maggio 2018

Bachi da seta a scuola!

  • 17 maggio, i bachi stanno crescendo tantissimo!

    I nostri amici bachi hanno triplicato le dimensioni in otto giorni! Non fanno altro che mangiare, giorno e notte. Ora sono grossi e resistenti e noi cediamo alla tentazione di toccarli e tenerli un po’ tra le mani per osservare da vicino le loro facce e accarezzare con la punta delle dita il dorso liscio e asciutto. Si apprestano a entrare nell’ultimo stadio di crescita prima di fare il bozzolo. Sono attivi e godono di ottima salute quindi le nostre cure stanno funzionando bene e non stiamo sbagliando nulla!

     

  • 14 maggio, i bacolini sono raddoppiati in lunghezza

    Procediamo con le nostre misurazioni e ci accorgiamo che i piccoli bachi hanno raddoppiato le dimensioni e sono anche un po’ “cicciottelli”. Mangiano tantissime foglie e al mattino hanno sempre consumato tutta la riserva di cibo. Li maneggiamo con estrema cura poiché sembrano molto delicati e morbidissimi. Dipendono completamente dalle nostre cure e noi ci stiamo affezionando moltissimo ai nostri piccoli bacolini!

  • 11 maggio, l’arrivo dei bacolini

    Chiusi in un pacchetto ma liberi di respirare e mangiare arrivano i nostri piccoli bachi. Sono partiti con un corriere da Padova e hanno compiuto un viaggio di quasi tre giorni al buio! Li osserviamo e ci accorgiamo che sono un po’ disorientati; diamo loro del cibo fresco e li posizioniamo nelle scatole di allevamento in polistirolo (un materiale che trattiene bene il calore). Abbiamo già pronte tantissime foglie fresche di gelso e un pastone a base di foglie.

    In una scatola isoliamo tre bachi, che abbiamo chiamato A, B, C che sono i nostri soggetti campione. Li misuriamo ogni giorno sulla carta millimetrata! Misurano appena due centimetri ma mangiano tantissimo!